Come le dating app hanno aiutato le donne a liberare la loro sessualità - The Vision

Per ascoltare la puntata di AntiCorpi vai su Apple Podcasts, Google Podcasts e Spotify.

Secondo l’ultimo rapporto Censis-Bayer sul comportamento sessuale degli italiani, il nostro rapporto con l’intimità si è “decomplessato”. In particolare, sono aumentati i partner sessuali nel corso della vita il 29,2% ne ha più di sei, l’11,7% più di dieci, anche se il dato più sorprendente riguarda la relazione sesso-amore: se vent’anni fa il sesso senza amore era possibile soltanto per il 37,5% delle donne, oggi lo è per il 77,4%. Il report attribuisce questi cambiamenti anche al cosiddetto “quick sex” reso possibile dalle dating app. In Italia la più usata è Badoo; seguono Lovoo e Tinder. L’utenza è però prevalentemente maschile: il 91% del pubblico di queste app è infatti costituito da uomini.

Anche se ci sono discrepanze di genere, una cosa è certa: le dating app hanno abbattuto molti tabù e contribuito a sdoganare pratiche sessuali diverse. Il comportamento di uomini e donne su dating app e siti di incontri, però, è diverso: secondo un sondaggio condotto da Match & The City, una community italiana dedicata a Tinder, le donne sono in cerca dell’amore e di relazioni durature, mentre gli uomini sono in cerca di sesso. In effetti, lo scopo di Tinder è soprattutto quello di trovare partner sessuali: anche il recente cambio di rotta nel marketing di questa app lo suggerisce, che da qualche mese esalta proprio la libertà dell’essere single – e quindi di poter andare a letto con chi si vuole.

Ma Tinder ha aiutato le donne a liberare la propria sessualità? Il sesso occasionale è un tema divisivo, anche all’interno del dibattito femminista. Da un lato molte donne raccontano di esperienze frustranti, dall’altro la possibilità di fare sesso con più persone in modo non impegnativo permette di esplorare il proprio corpo e i propri desideri. Possiamo dire che le app sono uno strumenti di emancipazione? Bisogna tenere conto che, alla fine, quando la chat è finita e ci si incontra, le donne si devono confrontare con la società, i suoi pregiudizi e le sue disuguaglianze – anche in termini di piacere. Come dice Rebecca Traister nel suo libro All the Single Ladies, le app non hanno creato nuovi disagi ma solo portato a galla il sessismo che c’era già.

Segui Jennifer su The Vision | Facebook
Seguici anche su:
Facebook    —
Twitter   —  

Seguici anche su: